Argilla, pane “tabouna” e pane “melaoui”, oltre al suo coloratissimo vestito tradizionale. Solo questo ha portato con sé Malika nella capitale Tunisi in occasione del Forum Sociale Mondiale 2013.