Revolutionary Women

InesNell’Egitto rivoluzionario degli ultimi due anni ci sono storie che non andranno mai sui media: storie di piccole e grandi rivoluzioni che non cambieranno le sorti di questo Paese ma che dimostrano quanto il vento del cambiamento abbia già influito nell’esistenza delle persone. Soprattutto delle donne. Lo testimoniano i racconti di Suzanne, Ines, Shams, Sabrine, e tutte le giovani donne di El Desamy e di El Saff, villaggi a metà tra Egitto rurale e industrializzato, che ogni giorno lottano per uscire di casa, riunirsi in un comitato, discutere dei problemi personali e della loro comunità. Un passo difficile per molte di loro vittime di una forte pressione sociale che le vuole costrette in casa relegate al loro unico ruolo di madri e mogli. Le storie di queste donne come di altri abitanti di queste due comunità nella lontana periferia del Cairo sono raccontate nel libro fotografico “Revolutionary people. Lontano da Tahrir” (testi di Pamela Cioni e foto di Francesca Leonardi) e nell’omonimo dvd (regia di Ernesto Pagano e Lorenzo Cioffi) prodotti da COSPE nell’ambito del progetto “Bridging the gap”: www.bridgingthegap.cospe.org

Babel 3/2012